Editoriale

Continuiamo rendendo possibile il sogno di Giovanna de Lestonnac

Novembre 2013 | Lestonnac ODN

Beatriz Acosta Mesa, odn (Roma, Italia)

Si avvicina il 21 di novembre, data nella quale la Chiesa celebra la festa della Presentazione della bambina Maria al tempio. Giovanna de Lestonnac, nel 1610, volle unire questa tradizione al suo compito educativo e chiese che fosse cosí nel futuro.
Con un gesto molto semplice: marciare in gruppo, con una luce accesa, intonando canti a Maria, Giovanna voleva rendere visibile, attraverso delle alunne, questo compito educativo ed esprimere il ringraziamento alla vita e al Signore della Vita per tanto bene ricevuto.

Questa festa, di carattere religioso, ha senza dubbio per la Compagnia di Maria uno sfondo sociale importante. Giovanna comprendeva bene il ruolo di una buona educazione per la trasformazione della società e voleva comunicarlo pi0 in lá delle mura della sua scuola; voleva sensibilizzare la società del suo tempo per questo bene pubblico che doveva arrivare a tutti, senza distinzione di sesso o condizione sociale; voleva far notar che la donna, poco considerata nella società del suo tempo, è il motore del cambiamento e molto più quando incarna i valori che rendono il mondo più umano.

Impegnarsi oggi nell’ offrire una educazione di qualità, dove ogni persona incontri strumenti per crescere e, con libertà e responsabilità, costruire il proprio progetto di vita orientato al servizio degli altri, è apportare al mondo una luce di speranza e giustifica tanti sforzi compiuti in questo compito. 

Che in questa festa speciale rinnoviamo il desiderio di continuare a rendere possibile il sogno di Giovanna de Lestonnac in el ambito familiare, scolastico e sociale.
 

Editoriale

Iscriviti a NewsODN

Bollettino bimestrale dell' Ordine della Compagnia di Maria.